WinCoge2
Software gestionale
Contabilità ordinaria
Contabilità semplificata
Regiastri iva, giornale, bilancio
Bolettazione e fatturazione
Movimentazione magazzino


Fatture Pubblica Amministrazione
Gestione lotti e tracciabilità
Scadenzario partite aperte
Ordini clienti ed ordini fornitori
Listini
Agenti

Gli aggiornamenti
e l'assistenza
sono sempre inclusi


Per contattarci
011 9563121
supporto@WinCoge2.it
Scarica gestionale gratis
Manuale software gestionale WinCoge2 Cerca nel manuale    
 


Fattura elettronica

nuova funzione integrata per generare il file xml

 

WinCoge crea il file in formato xml della fattura elettronica direttamente dalla finestra di emissione fatture ed effettua contestualmente il controllo formale previsto dalla Agenzia delle Entrate. Il file viene adeguatamente predisposto sia per l’invio tramite Sdi che tramite Pec. Sono previste le principali casistiche come fatture con sconti o maggiorazioni, ritenute, pagamenti frazionati, estremi ddt nelle fatture differite, Cig e Cup ecc. Per l’invio, la ricezione e la conservazione digitale si potranno acquistare appositi servizi da terze parti, oppure gratuitamente tramite gli strumenti messi a disposizione dalla Agenzia delle Entrate o Pec.

 

Affinché WinCoge possa generare correttamente i files delle fatture elettroniche prestare attenzione a quanto descritto di seguito:

 

Inserire i dati della Vostra ditta ragione sociale, indirizzo, partita iva, iscrizione registro imprese ecc.:

WinCoge: dopo aver premuto ‘crea fattura elettronica’ premere ‘inserisci/modifica dati cedente’

WinCoge2 dal menu impostazioni > modifica impostazioni ditta

 

In anagrafica clienti

Codice destinatario e Pec: qualora si disponga del solo indirizzo pec è necessario inserire 0000000 nel codice destinatario.

Soggetti con il codice fiscale e senza partita iva come i consumatori finali : non inserire IT nella casella partita iva, inserire il codice fiscale, inserire 0000000 nel codice destinatario e lasciare in bianco la pec

Soggetti esteri: opzionalmente è possibile inviare le fatture estere, in tal caso inserire xxxxxxx nel codice destinatario, EE o XX nella provincia e 00000 nel cap.

Split payment: nel caso bisogna spuntare l’apposita casella ed utilizzare l’apposito tipo documento con numerazione diversa numerazione rispetto alle fatture ad esigibilità iva immediata differita

Riferimento amministrativo: da compilare per inserire in fattura elettronica un riferimento richiesto dal cliente (campo 1.2.6 delle specifiche AE)

 

Sui codici iva dove non viene applicata l’iva come esenti, non imponibili, compilare il campo 'natura' e verificare che sia correttamente impostato il campo ‘descrizione’ che viene riportato sulla fattura elettronica nel ‘riferimento normativo’

 

In fase di emissione fattura:

Il tipo documento TD01=fattura o TD04=nota credito viene impostato automaticamente per le fatture verso soggetti italiani. Per altri tipi, come ad esempio per TD02=fattura di antricipo, bidogna selezionare manualmente. Se nota di credito si possono inserire gli estremi della fattura che viene stornata nei campi numero e data fattura collegata.

Modalità e scadenze pagamento: per evidenziare il pagamento sulla fattura elettronica è necessario che la casella “Evidenzio scadenze pagamento sulla fattura” sia selezionata e che sul codice pagamento sia stato inserito il 'modo pagamento' (es.MP01=contanti, MP05=bonifico, ecc .

Se sul codice pagamento non è impostata la viene inserito l’importo ma non la data scadenza pagamento.

Descrizione condizioni di pagamento: non è prevista sulla fattura elettronica una apposita casella descrittiva e  WinCoge inserisce nel corpo fattura una linea descrittiva con la descrizione del pagamento.

 

Fatture con ritenuta d’acconto: sulla tabella dei tipi di ritenuta è necessario impostare il Tipo ritenuta (RT01 o RT02) e la Causale pagamento (quelle del 770S)


Bollo virtuale: è necessario inserire nel corpo fattura una ‘riga’ con descrizione=‘bollo virtuale’, quantità=1, prezzo=valore del bollo, prezzo=valore del bollo, codice iva=“escluso art.15” sul quale sia impostato natura=N1.


Fatture vendita senza IVA a fronte di dichiarazione di intento: In anagrafica cliente, nella schermata ‘dati per fatture’ inserire gli estremi della dichiarazione di intento.

Fatture soggette allo split payment

-       devono essere emesse con un apposito tipo documento collegato con il registro iva 1P

-       sullo speciale codice ritenuta per lo storno iva, deve essere spuntata la casella “Codice ritenuta

riservato allo split payment”

-       nelle impostazioni del tipo documento, è necessario inserire un suffisso (es. /SP) che viene evidenziato nel numero di fattura.

 

Estremi Ordine, cig e cup: apposite caselle sono previste in fase di emissione fatture in ‘Altri dati’ per compilare i DatiOrdine della fattura elettronica.I dati bisogna inserirli manualmente in quanto lo scarico ordini inserisce gli estremi ordine come linea descrittiva sulla fattura ma non compila i DatiOrdine. 

 

Fatture con Enasarco: utilizzare un apposito codice ritenuta con:

casella ‘enasarco’: inserire la spunta

descrizione: “TC07 - ENASARCO X.XX%”

percentuale ritenuta:  X.XX

tipo ritenuta e causale pagamento: non devono essere compilati

 

Fatture con prezzi iva inclusa e scorporo nei totali non è più possibile utilizzare in WinCoge i tipi documento con la spunta nella casella ‘fattura dettaglianti con prezzi ivati’ in quanto nelle linee di dettaglio della fattura elettronica non sono previsti prezzi iva inclusa. Per questo è necessario creare nuovi tipi documento con la spunta nella casella PrezziIvati2 : in questo modo, digitato il prezzo unitario iva inclusa, il programma effettua immediatamente lo scorporo su ogni linea. Qualora si utilizzi la fatturazione differita anche il tipo DDT deve essere impostato con la spunta su PrezziIvati2

Allo stesso modo se si scaricano gli ordini clienti bisogna impostare la spunta nella casella PrezziIvati2.

Fatture soggette a cassa previdenziale (solo WinCoge2): è necessario creare un codice nell’archivio prodotti e servizi sul quale sia inserita la percentuale di contributo cassa ed il tipo cassa (TC01, TC02, ecc.)

Nota: WinCoge non gestisce correttamente il file della fattura elettronica con cassa previdenziale in quanto il programma non può riconoscere la ‘riga’ relativa alla cassa. In tal caso suggeriamo di utilizzare WinCoge2 che si può scaricare da www.wincoge2.it.

 

 

Nella finestra Fattura Fatture, ddt, ordini e movimentazione magazzino troviamo la nuova funzione Crea fattura elettronica: 

Fattura elettrronica B2B creare file xml e controllo formale

 

Nomenclatura file AE e no numero e data nel nome file:

-  senza spunta il nome file è tipo documento + n.fattura + data + p.iva cliente + numero progressivo univoco e il sistema più pratico in quanto nel nome file sono evidenziati gli estremi fattura e viene accettato dalla gran parte delle piattaforme di invio

- con spunta rispetta la nomenclatura IT+identificativo fiscale trasmittente + numero progressivo prevista dalla Agenzia Entrate

 

Visualizzo in formato ufficiale SDI: con la spunta WinCoge provvede a visualizzare la fattura elettronica secondo il foglio di stile ufficiale della Agenzia Entrate; utile per controllare ogni dato presente nel file che riceverà il cliente. Si segnala che ogni visualizzazione diversa dal foglio di stile della AE non garantisce che vengano evidenziati tutti i dati.

 

Escludo righe descrittive: si consiglia di non spuntare questa casella tranne che per alcune piattaforme che non supportano le righe ‘descrittive’, cioè quelle scritte inserite nel corpo della fattura con quantità e prezzo a zero.

 

No ritorno a capo: con la spunta in questa casella vengono eliminati il ritorno a capo nelle descrizione multi linea. Da spuntare solo nel caso la piattaforma di invio segnali problemi sulle descrizioni delle linee di merce o servizi venduti.

 

Salvo file xml in caso di errori ed apro file xml con blocco note normalmente non devono essere selezionate: sono caselle di servizio.

WinCoge esegue il controllo formale e salva il file xml nella cartella TI2/nome ditta/ FattureElettroniche/Attive

 

 Il programma inserisce il nome del file xml nella schermata ‘intestazione’ delle fatture emesse:

Quando il nome file è in bianco significa che la fattura elettronica non è stata ancora generata. Nel caso siano necessario modificare una fattura già emessa, WinCoge segnala se il file è già stato generato, consente di modificare e di sovrascrivere il file.

 

 

Tenologie Informatiche Avigliana - Torino p.i. 07016630019 Tel.011.9563121 info@WinCoge2.it - WinCoge è un marchio registrato